Meditazione Kundalini per rafforzare la mente e il sistema immunitario

meditazione kundalini

Un’intensa meditazione di Kundalini Yoga per risvegliare il potere del Sole dentro di noi e la capacità di guarigione del corpo, aumentare la forza mentale e creare una proiezione forte.

Posizione

Siedi in posizione facile con la schiena dritta, il torace aperto, le spalle rilassate.

Porta la mano sinistra vicino alla spalla, il palmo rivolto in avanti e le mani in surya mudra (pollice e anulare uniti). Chiudi la mano destra a pugno lasciando disteso il dito indice, con il quale andrai a chiudere la narice destra.

Pranayama

Fai il Respiro di Fuoco solo dalla narice sinistra al ritmo di “Sat Nam Wahe Guru”, di Singh Kaur, pompando l’ombelico in modo continuativo e potente.

Per il respiro di fuoco, concentrati sull’espirazione mentre spingi l’ombelico in dentro; inspirando lascia che la pancia si gonfi normalmente. Inspirazione ed espirazione hanno uguale durata, ma l’espirazione è più potente (come per spegnere una candela soffiando aria dal naso). Se confondi il movimento, immagina di premere la pancia con le mani, in modo da far uscire fuori l’aria. Se sei un principiante, comincia lentamente e aumenta il ritmo man mano che senti il movimento naturale e ritmico. Non pensare al movimento, lascia che il tuo ombelico semplicemente lo esegua.

Tempo

Comincia gradualmente, con 3-5 minuti al giorno, fino ad arrivare a 11 minuti.

Per finire

Al termine inspira profondamente, intreccia le mani portandole davanti al viso, con i palmi rivolti all’interno, e trattieni dentro il respiro mentre tiri le mani verso l’esterno come per cercare di separarle. Tira, crea una grande tensione, resisti il più possibile. Espira. Inspira e ripeti altre due volte.

Avvertenze

  • Meditazione non adatta a donne in gravidanza.
  • Se sei nei primi giorni del ciclo, fai un respiro di fuoco più leggero (come un dolce e continuo massaggio interno) oppure un respiro lungo e profondo.
  • Il pranayama stimolerà molta energia fisica e sottile, perciò si consiglia di coprire la testa. Se avverti giramenti di testa o iperossigenazione, o se perdi la coordinazione tra respiro e ombelico, rallenta il ritmo o fai qualche respiro profondo e poi riprendi.

Siamo noi a creare o a bloccare la nostra forza di proiezione con la rabbia, l’autosconfitta e il senso di colpa. Per avere una forza di proiezione potente, dobbiamo coscientemente lavorare su ciò che stiamo usando per bloccarla. Dobbiamo essere noi a regolare i nostri centri psichici ed energetici.

Pratica questa meditazione insieme a me, guarda il video:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rimaniamo in contatto!


Iscrivendoti alla Newsletter riceverai le novità sui miei corsi, eventi e ritiri, ma anche riflessioni e ispirazioni per uno stile di vita yogico

We respect your privacy.
Scrivimi su WhatsApp
Ciao, sono Anna!
Come posso aiutarti?